Cerca

Cerca nel sito

Luigi Pestalozza. L'infinito possibile

Thu Sep 22 10:30:43 CEST 2016 - di Isabella Ciarchi

Classe 1928, Luigi Pestalozza, testimone attivo di avvenimenti politico-sociali e culturali a cavallo di due secoli in accelerazione, vive e lavora a Milano.
Curioso della vita e dalla vita messo alla prova fin da bambino, appassionatissimo di musica e storia, partigiano, giurista, robesperriano per eccellenza, politicamente attivissimo, scrittore, nemico "dello spirito e della prassi dell’inerzia del pensiero unico", critico musicale, insegnante, viaggiatore curioso del mondo, marito e padre di famiglia, giornalista, inaspettatamente sportivo, intellettuale legato ai maggiori compositori di musica contemporanea e elettroacustica fortemente impegnato a “farla uscire dal ghetto...", attento "costruttore della propria biografia…", cerca nella musica "l’infinito possibile… sempre aperto…".

45 min. , 2009

Scheda catalografica


 


L'autrice
Isabella Ciarch
i vive a Milano. Collabora con lo Studio Orti di Giulio Cingoli e poi, a teatro, prima con il Collettivo Teatrale “La Comune” di Dario Fo, in seguito con Roberto De Simone e Giorgio Gaber. E’ la voce del gruppo musicale di Milano Nuovo Canzoniere Italiano fondato, tra gli altri, da Ivan Della Mea. Prende parte alla realizzazione del primo visual-concert itinerante. Dal 1982 lavora per la pubblicità e il cinema come aiuto regista. Diverse sono le sue collaborazioni con registi del cinema indipendente di Milano e Torino (Giancarlo Soldi, Silvio Soldini, Bruno Bigoni, Kiko Stella, Daniele Segre, Davide Ferrario). Per il teatro firma la regia dello spettacolo-concerto di Nanni Svampa su George Brassens.  Realizza numerosi documentari frutto delle sue ricerche nel territorio urbano sulle realtà dei Centri Sociali occupati milanesi per l’archivio dell’Istituto E. De Martino. Per “Gente di Milano” ha inoltre realizzato il video “Ivan Della Mea. A quell omm” (2007).