Cerca

Cerca nel sito

Agricoltura nell'Alto Milanese nel 1700

Nel 1861 sotto la dinastia dei Savoia, non appena la Lombardia poté godere di un Governo libero e nazionale, alcuni agronomi ed esperti di studi agrari si riunirono a Milano per fondare una Società speciale Agraria per la Lombardia. Lo scopo era quello di costituire dei Consorzi per ogni circondario lombardo.

Nata ufficialmente nel 1863, la Società Agraria di Lombardia si occupò del rinnovamento e della diffusione degli studi agrari operando attivamente sul territorio in stretto legame con i Comizi agrari locali, promotori, fra l’altro, anche della Cattedra ambulante di agricoltura. Il periodo iniziale, tra il 1880 e il 1910, fu quello di maggior impegno nella questione agraria: le agitazioni dei contadini sollecitarono la stipula dei contratti agrari, mentre la nascita degli Uffici di collocamento dei contadini aiutò, in parte, a garantire una loro maggiore tutela del lavoro.

La Provincia dette il suo contributo anche alla creazione e allo sviluppo della Stazione Sperimentale di caseificio di Lodi, che si occupò attivamente di sperimentazione, formazione e divulgazione delle più innovative metodologie di produzione casearia.

 

 

» Scarica la pubblicazione (.pdf, 48 Mb) oppure sfoglia online