Cerca

Cerca nel sito

ECONOMIA CIRCOLARE

12_ResponsibleConsumptionAndProduction  Consumo e produzioni responsabili
Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo

Il termine "economia circolare" indica, a livello internazionale, un modello economico nel quale gli scarti, e successivamente i rifiuti, derivanti dalle attività di produzione e consumo sono reintegrati nel ciclo produttivo secondo una logica di piena rigenerazione delle risorse al fine di ridurre l'impatto umano sull'ambiente. Per chiudere il ciclo virtuoso, il modello dell'economia circolare prevede una progettazione delle fasi dell'attività economica andando ad incidere:

  • sul reperimento delle risorse, per aumentare la produttività degli input;
  • sulla produzione dei beni, per ridurre sprechi (e quindi ridurre ed evitare il più possibile la produzione di rifiuti) in sede di trasformazione delle risorse, garantire già a livello di progettazione maggiore durevolezza in vita dei prodotti e massima riutilizzabilità/recuperabilità una volta giunti a fine vita;
  • sulla gestione dei rifiuti decadenti dal processo di utilizzo.
EconomiaCircolare

Pacchetto Economia Circolare

Dal 4 luglio 2018 sono in vigore le quattro direttive del Pacchetto Economia Circolare che modificano 6 direttive sui rifiuti, imballaggi, discariche, rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE), veicoli fuori uso e pile.  

Per aumentare i benefici economici, sociali ed ambientali derivanti da una migliore gestione dei rifiuti, le Direttive pongono nuovi sfidanti obiettivi tra i quali:

  • aumentare la percentuale di rifiuti urbani riciclati portandola almeno al 55% entro il 2025, 60% entro il 2030 e il 65% entro il 2035
  • diminuire la percentuale di rifiuti da smaltire in discarica al 10% entro il 2035
  • aumentare la percentuale di rifiuti da imballaggio al 65% entro il 2025 ed il 70% entro il 2030
  • raccogliere in maniera separata entro il 2025 i rifiuti tessili ed i rifiuti pericolosi 
  • raccogliere in maniera separata entro il 2024 i rifiuti biodegradabili o riciclarli tramite forme di compostaggio domestico

Progettazione e innovazione al servizio di un'economia circolare

In una logica di economia circolare, i prodotti sono progettati in modo da prevederne fin dall'inizio la destinazione una volta che diventano rifiuti e l'innovazione è al centro di tutta la catena di valore, invece di cercare le soluzioni praticabili alla fine del ciclo di vita. Ciò può realizzarsi in vari modi, ad esempio:

  • riducendo la quantità di materie necessarie a fornire un determinato servizio (alleggerimento)
  • allungando la vita utile dei prodotti (durabilità)
  • riducendo il consumo di energia e di materie nelle fasi di produzione e di uso (efficienza)
  • riducendo l'uso di materie pericolose o difficili da riciclare nei prodotti e nei processi di produzione (sostituzione)
  • creando mercati delle materie prime secondarie (materie riciclate) (mediante norme, appalti pubblici ecc.)
  • concependo prodotti facili da mantenere in buono stato, da riparare, ammodernare, rifabbricare o riciclare (progettazione ecocompatibile)
  • sviluppando i servizi per i consumatori necessari a tal fine (servizi di manutenzione, riparazione ecc.)
  • stimolando i consumatori con misure d'incentivo e di sostegno a favore delle riduzione dei rifiuti e della loro corretta separazione
  • incentivando sistemi di raccolta differenziata che contengano al minimo i costi di riciclaggio e riutilizzo
  • favorendo il raggruppamento di attività per evitare che i sottoprodotti diventino rifiuti (simbiosi industriale) e incoraggiando i consumatori ad orientarsi verso servizi di noleggio, prestito o condivisione invece dell'acquisto, per ampliare e migliorare la scelta dei prodotti salvaguardando nel contempo i loro interessi (sul piano dei costi, della protezione, dell'informazione, delle condizioni contrattuali, degli aspetti assicurativi ecc.).

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • apertura al Pubblico
    - dal lunedì al giovedì:
      9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
    - venerdì:
      9.00 - 13.00