Cerca

Cerca nel sito

Chi siamo

GEV0001_api_DomenicoBarboniDSC0038. Con queste pagine s'intende fornire elementi utili alla conoscenza delle attività delle Guardie Ecologiche Volontarie e delle tematiche ambientali ad esse collegate, particolarmente per quanto riguarda l'Area metropolitana milanese e la Lombardia.

Il contenuto è pertanto volutamente elementare e circoscritto, perchè destinato a chi desideri conoscere le finalità del servizio ed i suoi ambiti d'intervento, per decidere eventualmente di diventare GEV. L'interesse puo' comunque estendersi ad esperti di ambiente, attivi nei rami dell'informazione e/o del controllo, qualora desiderosi di approfondire gli aspetti  relativi al Volontariato costituito dalle GEV, le quali sono impegnate ad aumentare la consapevolezza e la salvaguardia per la difesa della natura e per uno sviluppo sostenibile.

Le GEV hanno infatti scopi ed attività ben definite: fondamentale per esse è tutelare con attività di vigilanza ed informazione gli ecosistemi e la biodiversità, sensibilizzare le persone sull'importanza delle buone pratiche individuali, collettive e quotidiane; basilari per esse risultano essere la formazione di base ed integrativa, lo status rivestito solo durante il servizio, che sono stabiliti dalla normativa. 

La nomina a guardia particolare giurata, che segue il conseguimento dell'idoneità dopo il corso di base e precede l'incarico a GEV, è rimasta di competenza statale (prefettizia), a differenza di altre guardie volontarie che, con l'entrata in vigore del D.Lgs. 112/1998, vengono nominate dall'Ente locale o regionale.

Le aree d'intervento non si limitano al controllo di determinati luoghi, specie o pratiche: già il contenuto formativo di base iniziale, indispensabile per il conseguimento dell'idoneità, è concentrato sugli aspetti normativi e pratici di tutela degli equilibri ambientali complessivi, adeguati a mantenere vivi, fruibili e duraturi gli ecosistemi che con la loro biodiversità sono riconosciuti indispensabili per il nostro futuro, perchè preziosi per la salute e sotto il profilo economico.

Ad esempio l'attività delle GEV interessa gli "ecotoni", ossia quegli ambienti di transizione naturali, seminaturali o antropizzati interposti tra le aree protette, i quali pur essendo al di fuori di tali aree sono per esse di estrema importanza, per il loro sviluppo, la loro bellezza e salubrità, poichè garantiscono la continuità genetica delle specie. > Rete ecologica

 

aggiornamento: 11.01.2017 G. Guida

NOTA  il completamento e l'aggiornamento di queste pagine web e delle schede informative correlate, curate dall'URP-UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO, è in corso: per suggerimenti contattare g.guida@cittametropolitana.milano.it