Cerca

Cerca nel sito

Le GEV in Italia

GEV0002_CavDIt_Garzette_Piropiro_rnSorgMuzzPrimav_DBarboni_CSC0082

Nel nostro Paese le GEV sono disciplinate da leggi regionali e statali che prevedono la nomina a guardia particolare giurata da parte del Prefetto - Ufficio Territoriale del Governo, analogamente alle guardie zoofile.

Pur non facendo parte del ruolo organico (personale) le GEV fanno parte della Pubblica Amministrazione per conto della quale operano, con cui intrattengono un rapporto di servizio a titolo onorario e gratuito; in alcuni casi dopo l'incarico, da parte dell'Ente pubblico territoriale competente, prestano servizio presso un altro Ente pubblico (Città metropolitana, Provincia, Comune/i, Ente-parco) o presso un'Associazione (riconosciuta e convenzionata con la Pubblica Amministrazione coordinatrice). 

Per diventare GEV occorre:

  • essere maggiorenni e Cittadini italiani oppure Cittadini maggiorenni di uno Stato membro dell'Unione Europea
  • frequentare validamente un corso formativo e superare un esame finale abilitante
  • possedere i requisiti richiesti dalla legge statale per essere nominati Guardia Particolare Giurata volontaria, dal Prefetto su richiesta dell'Ente/Associazione di appartenenza, ed accettare tale nomina prestando il giuramento appositamente previsto per le guardie volontarie
  • essere incaricati dall'Ente pubblico competente per svolgere il servizio, presso il medesimo o altro Ente pubblico organizzatore, oppure presso l'Associazione riconosciuta e convenzionata con l'Ente pubblico territoriale competente.

Il servizio in qualità di GEV: 

  • deve prestarsi per il minimo di ore previste dalla legge regionale, nelle località assegnate dalla struttura di riferimento 
  • non viene retribuito
  • non costituisce in alcun modo rapporto di lavoro.

Le disposizioni legislative regionali e regolamentari (eventuali) regionali, metropolitane, provinciali, comunali in materia di GEV differiscono tra loro, specialmente per gli aspetti organizzativi, e non esiste in materia una legge-quadro e/o un regolamento-tipo nazionale.

I Servizi di vigilanza ecologica/ambientale volontaria e le GEV sono stati istituiti dalle seguenti Regioni, con legge in data:

I Servizi istituiti con legge regionale sono coordinati di norma a tale livello, con previsione in alcuni casi di un coordinamento infra-regionale (Province), e le GEV (che in Toscana, Campania e Molise si chiamano GAV - Guardie Ambientali Volontarie) operano all'interno di:

  • Gruppi e/o Associazioni riconosciuti e convenzionati con Province/Città metropolitane/Comuni (in Emilia-Romagna, Liguria, Marche, Toscana, Puglia, Molise)
  • Province, Enti parco nazionali e regionali e gestori di aree protette, Associazioni (Campania)
  • Regione (Basilicata e Calabria)
  • Parchi regionali e/o Province e/o Comuni (capoluogo di provincia e raggruppamenti di Comuni), Città metropolitane.

 

Esistono inoltre Servizi e figure di guardia analoghi in alcuni Comuni, con poteri di accertamento amministrativo nelle materie ambientali di loro competenza, di diverse regioni:

Città di Bolzano/Stadt Bozen

Comune di Fenis/Commune de Fenis - AO 

Città di San Giuliano Milanese - MI

 

aggiornamento: 10.01.2017 G. Guida

NOTA  il completamento e l'aggiornamento di queste pagine web e delle schede informative correlate, curate dall'URP-UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO, è in corso: per suggerimenti consulta i contatti

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • apertura al Pubblico
    - dal lunedì al giovedì:
      9.00 - 13.00 / 14.00 - 16.00
    - venerdì:
      9.00 - 13.00