Salta direttamente al contenuto della pagina Salta direttamente alla Navigazione
Sei in: Home


Area riservata GEV e GEO

 

Chi siamo

 

 cavalieredItalia_garzette_piropiro_suspecchiodacqua_rnSorgMuzz_Primav CSC_0082 A3

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
Le Guardie Ecologiche e Ambientali Volontarie in Italia 

Un ruolo importante per la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale è rivestito dalle Guardie Ecologiche Volontarie - GEV che nell'attività d'Istituto privilegiano la sensibilizzazione dei Cittadini di ogni età in tema di ambiente, con l'intento di cambiare in senso positivo gli atteggiamenti ed i comportamenti individuali e collettivi, diffondendo le conoscenze e le cosiddette "buone pratiche".

E' una speciale categoria di Volontariato per il campo di azione previsto, presente in molte regioni italiane.

Le GEV vengono formate per questi scopi e si adoprano per la tutela dei luoghi di interesse naturalistico, preferendo il contatto diretto e l'attività in loco nell'area assegnata per il servizio dall'Ente di appartenenza, anche con finalità promozionale dei luoghi, e coinvolgendo il più possibile docenti e studenti delle/nelle scuole per arrivare indirettamente alle famiglie ed ai luoghi di lavoro; i luoghi comprendono le aree denominate "ecotoni", consistenti in ambienti di transizione, naturali o seminaturali oppure antropizzati, interposti tra aree protette.

Le GEV sono quindi impegnate:

  • ad informare su ambiente e norme di tutela, a favorire la formazione di una coscienza civica di rispetto e d'interesse per la natura ed il territorio  > educaziione ambientale 
  • a segnalare atti e fatti che possano nuocere all'ambiente, in aree di rilevanza naturalistica, ma anche in zone coltivate ed urbane 
  • ad accertare infrazioni della normativa di salvaguardia ambientale (redigendo un verbale amministrativo) e segnalare atti e fatti relativi ad inquinamenti (di aria, acqua, suolo), ingressi abusivi in aree protette e, se abilitati, attività di pesca e caccia non consentite, interessando gli Enti e le Autorità competenti nel caso di violazioni di carattere penale. 

L' educazione ambientale ed allo sviluppo sostenibile , insieme all'osservazione ed alla protezione della flora e fauna locale, e relative biodiversità , sono la linfa che alimenta l'impegno delle GEV, in Lombardia e nelle regioni che le hanno previste.

A differenza delle guardie volontarie ittiche e/o venatorie (delle Associazioni ambientalistiche, venatorie, ittiche o agricole) coordinate dalle Province e dei volontari agenti itticiguardie venatorie delle Province, che sono previsti da leggi statali e regionali d'attuazione, le GEV:

  • sono state istituite con leggi regionali
  • vengono nominate guardia particolare giurata dal Prefetto - Ufficio Territoriale del Governo, analogamente alle guardie zoofile 

e fanno parte:

  • delle pubbliche Amministrazioni per conto delle quali agiscono e/o dalle quali vengono incaricate (Regioni, Città metropolitane, Province, Comuni singoli e associati e/o Enti-parco) 
  • dei gruppi o associazioni riconosciuti e convenzionati con Regioni, Città metropolitane, Province.

Per diventare GEV occorre:

  • essere maggiorenni e Cittadini italiani e/o di uno Stato membro dell'Unione Europea,
  • frequentare validamente un corso formativo e superare un esame finale abilitante,
  • possedere i requisiti richiesti dalla legge statale per essere nominati Guardia Particolare Giurata volontaria dal Prefetto,
  • essere incaricati dalla Regione o dall'Ente pubblico presso cui si vuole svolgere il servizio o che riconosce o si è convenzionato con l'associazione o il raggruppamento di appartenenza.

L'attività di GEV:  

  • deve prestarsi per il minimo di ore previste e nel territorio assegnato 
  • non viene retribuita
  • non costituisce rapporto di lavoro.

Dove esistenti, le disposizioni legislative regionali e/o regolamentari regionali, metropolitane, provinciali, comunali etc. in materia di GEV differiscono tra loro specialmente sotto il profilo organizzativo.

Non esiste una legge-quadro e/o un regolamento-tipo nazionale.

I Servizi volontari di vigilanza ecologica/ambientale sono stati istituiti dalle seguenti Regioni con legge in data:

E' possibile riassumere che le GEV (che in Toscana, Campania e Molise si chiamano GAV - Guardie Ambientali Volontarie) operano in:

  • appositi Servizi presso Parchi nazionali e/o regionali, Comuni (capoluogo di provincia e non, singoli o associati), Città metropolitane, Province e/o presso la Regione Basilicata e Calabria 
  • Gruppi e/o Associazioni riconosciute e convenzionate con le Province/Città metropolitane (Emilia-Romagna, Liguria, Marche, Toscana, Puglia, Molise)
  • Enti pubblici ed Associazioni (Campania)

coordinati a livello regionale.

> Le GEV in Lombardia

> Il Servizio GEV della Città metropolitana di Milano

 

aggiornamento: 25.08.2015 Guido Guida 

 

N. B. :  le presenti pagine web e le schede informative curate dall'  UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO    TUTTI I SERVIZI 

sono in fase di aggiornamento e completamento, anche in relazione alla recente trasformazione dell'Ente da Provincia di Milano a Città metropolitana di Milano: in caso di disagi ed utili suggerimenti contattare il Responsabile del Servizio GEV

mailto: g.guida@cittametropolitana.milano.it