Cerca

Cerca nel sito

Dote Impresa

Dote Impresa sostiene l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone con disabilità, promuovendo una più consapevole cultura dell’inclusione, mediante specifici interventi di aiuto all’occupazione rivolti ai datori di lavoro con caratteristica di impresa. Le misure previste rivestono la specifica finalità di incentivazione all’assunzione e al consolidamento dei rapporti di lavoro, nonché di contributo per le spese connesse alle assunzioni e all’ospitalità nei percorsi di formazione e orientamento.

Attualmente è attivo il bando Dote Impresa 2017-2018, prorogato al 31/12/2019 scarica QUI il bando e il manuale di gestione.

L’impresa è l’assegnataria della Dote e sceglie le tipologie di servizi a cui avere accesso e gli interventi previsti dal presente Bando sono articolati in tre assi:

ASSE I – Incentivi

L’incentivo all’assunzione è riconosciuto a favore dell’impresa che assume o utilizza in regime di somministrazione una persona in possesso dei requisiti previsti per un periodo che, in nessun caso, potrà avere durata inferiore ai 3 mesi .

L’incentivo è graduato in relazione:

  • alla fascia d’intensità d’aiuto di appartenenza;
  • alla tipologia e alla durata del contratto di lavoro o della missione in somministrazione;
  • al fatto che i contratti concorrano o no all’assolvimento degli obblighi della legge n. 68/99

E’ previsto anche un rimborso per i costi sostenuti per l’inserimento in tirocinio.

L’importo rimborsato è pari alla quota dell’indennità effettivamente erogata (se prevista) e alle spese sostenute per assicurazione, formazione prevista per legge e sorveglianza sanitaria.

 

ASSE II - Consulenza e servizi

L’Asse è destinato alle imprese ad esclusione delle cooperative sociali di tipo B.

Le attività rimborsabili sono le seguenti:

 

Servizi di consulenza

Sono comprese le agevolazioni per i servizi propedeutici alla definizione e all’adattamento delle caratteristiche aziendali atte all’inserimento e/o al mantenimento della persona disabile, anche con riferimento ai lavoratori con ridotte capacità lavorative.

Servizi ammessi:

  • Consulenza organizzativa e sulla responsabilità sociale di impresa;
  • Formazione del personale interno (limitatamente e specificatamente per le persone disabili) e del tutor aziendale;
  • Consulenza e gestione degli aspetti amministrativi e delle opportunità offerte dalla legge 68/99;
  • Consulenza per la selezione di ausili ed adattamento del posto di lavoro;
  • Consulenza e accompagnamento nel processo di riconoscimento e certificazione dell’invalidità del personale già assunto cui sia stata certifica dal medico del lavoro una riduzione della capacità lavorativa.

Le attività sopra indicate costituiscono una filiera di servizi prenotabili totalmente o parzialmente.

È previsto il contributo per il costo reale esposto, fino ad un massimo di € 2.000 per l’attivazione di uno o più servizi a scelta fra quelli sopra elencati.

 

Contributi per l’acquisto di ausili

Sono riconosciuti alle imprese contributi per l’acquisto di ausili e per l’adattamento del posto di lavoro, finalizzati a consentire l’inserimento e/o il mantenimento della persona disabile.

Servizi ammessi:

  • Adattamento postazione di lavoro;
  • Introduzione tecnologie di telelavoro;
  • Abbattimento di barriere;
  • Introduzione di tecnologie assistive;
  • Ogni altra forma di intervento in attuazione delle finalità di cui alla Legge Regionale 13/2003.

Il contributo sarà erogato per le spese sostenute in relazione all'acquisto di ausili e per l'adattamento del posto di lavoro per l'80% del costo sostenuto, per un importo massimo di € 10.000.

 

Isola formativa

Con questo intervento si riconoscono alle imprese i costi di creazione di nuovi ambienti di lavoro, interni alle aziende e integrati con i processi produttivi, nell’ambito di forme più ampie di collaborazione con i servizi del collocamento mirato. Presso l’isola vengono gestiti brevi percorsi di osservazione, con scopo di orientamento al lavoro e inserimento lavorativo delle persone con disabilità in carico ai Servizi e iscritti al Collocamento Mirato.

L’isola dovrà configurarsi come ambito idoneo a realizzare una condizione di “Formazione in situazione” ad alta intensità formativa ed esperienziale, particolarmente adatta al recupero professionale di persone disabili che presentino bassi livelli di competenze comportamentali e professionali trasversali.

La realizzazione di tale ambiente deve garantire percorsi formativi orientati al potenziamento dell’identità personale e professionale di medio/lungo periodo e di livelli prestazionali e comportamentali tali da rendere perseguibile un successivo percorso di inserimento lavorativo, sia nella stessa azienda che in altri contesti lavorativi.

L’ intervento finanzia i costi sostenuti per la creazione di una nuova Isola formativa e per i servizi erogati nel corso dei primi 24 mesi dall’avvio dell’Isola formativa.

Il contributo sarà erogato per una quota pari all'80% del costo sostenuto e nel rispetto dei massimali stabiliti per ciascun servizio.

 

ASSE III - Cooperazione sociale

L’intervento mira a sostenere le cooperative sociali di tipo B, soggetti che svolgono un ruolo estremamente importante per l’inserimento lavorativo di persone con fragilità, in particolare per coloro che a causa della loro disabilità, presentano le maggiori difficoltà di collocazione nell’attuale mercato del lavoro. Per queste persone l’inserimento in cooperativa rappresenta l’unica possibilità di collocazione lavorativa. In altri casi può essere il primo approccio con il lavoro e, solo dopo un periodo di inserimento “protetto”, che ha anche una funzione formativa, la persona può essere accompagnata ad inserimenti in azienda.

Sono previsti due tipi di intervento:

  1. a) contributi per le cooperative sociali inerenti la creazione di nuove imprese sociali di tipo B e/o rami di impresa cooperativa che diano luogo all’assunzione di persone con disabilità;
  2. b) incentivi alle cooperative sociali di tipo B per valorizzare la funzione di accompagnamento del lavoratore con disabilità, già occupato all’interno delle cooperative stesse da almeno 12 mesi, nella transizione verso altre aziende.

 

PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI CONSULTARE LA PAGINA DELLE FAQ DOTE IMPRESA

Tag: Disabilità,