Cerca

Cerca nel sito

Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

La Città Metropolitana è l'autorità competente al rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, con esclusione di quelle relative agli impianti di incenerimento rifiuti di competenza regionale.

Si ricorda che dal 2013 con l'entrata in vigore del DPR 59/2013 le autorizzazioni alle emissioni in atmosfera ex art.269 del Dlgs 152/06 rientrano tra i titoli abilitativi contenuti nella Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) .

Le richieste di autorizzazione di impianti e attività in deroga (art 272 Dlgs 152/06) possono entrare in AUA nel caso sia contemporaneamente necessario ottenere altri titoli abilitativi tra quelli previsti dal DPR 59/2013, istitutivo dell'AUA.

Come si presenta una richiesta di autorizzazione all'emissione in atmosfera (art 269 e 272 Dlgs 152/06) che ricade in AUA?

Si rimanda a riguardo alla pagina di dettaglio dedicata alla Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

Quali sono e come si presentano le richieste di autorizzazioni in atmosfera che non ricadono in AUA?

Le richieste di autorizzazioni in deroga (art 272 c.3 del Dlgs 152/06) che non entrano in AUA ed eventuali adeguamenti all'art.272 comma 2 D.lgs 152/06 di autorizzazioni ordinarie non ancora in scadenza, vanno presentate attraverso la compilazione on-line della domanda di autorizzazione. 
Eventuali comunicazioni (disattivazione totale e/o parziale  impianti/emissioni) vanno trasmesse utilizzando l'apposito  modello.
 
Eventuali comunicazioni di modifiche (nuovo punto di emissione E, modifica del punto di emissione E, modifica qualità/quantità delle materie prime autorizzate) vanno trasmesse utilizzando l'apposito modello.
 
Le richieste di autorizzazioni per le lavasecco a ciclo chiuso di pulizia a secco di tessuti e di pellami (escluse le pellicce) e le pulitintolavanderie a ciclo chiuso devono presentare richiesta di autorizzazione. L'autorizzazione deve essere richiesta esclusivamente online utilizzando la piattaforma Inlinea.
 

Come chiedere la voltura di autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

Le richieste di voltura vanno presentate direttamente alla Città Metropolitana utilizzando la piattaforma Inlinea.

Nuova classificazione formaldeide

La Regione Lombardia con la Deliberazione di Giunta Regionale del 19 dicembre 2016, n. X/6030 ha approvato il documento "Indirizzi in merito agli adempimenti in materia di 'emissioni in atmosfera' ai sensi della parte Quinta del D.Lgs. 152/06 a seguito del cambio di classificazione della formaldeide alla luce dell'entrata in vigore del Regolamento CE n. 1272/2008 ("CLP") e successive modifiche e integrazioni".

Gli indirizzi forniti da Regione Lombardia sono da intendersi validi fino a diverse e più specifiche disposizioni che dovessero sopravvenire in materia da parte del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Le imprese interessate sono tenute ad adeguarsi ai contenuti e agli adempimenti riportati nella D.G.R. Lombardia n. 6030/2016.

Autorizzazione in via generale pulitintolavanderie

La Regione Lombardia con il D.D.U.O. del 1 dicembre 2016, n. 12779 ha approvato il nuovo Allegato Tecnico relativo all'autorizzazione in via generale - ai sensi dell'art. 272, commi 2 e 3 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. per gli "Impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e pellami, escluse le pellicce, e delle pulitintolavanderie a ciclo chiuso".

La nuova disciplina troverà piena attuazione a partire dal 1 aprile 2017.

Pertanto sia le imprese autorizzate sia quelle che intendono svolgere tale attività sono tenute a presentare la richiesta di adesione all'autorizzazione in via generale facendo riferimento alle tempistiche, alle modalità e alle prescrizioni contenute nel nuovo Allegato Tecnico.

Di conseguenza, fino al 31 marzo 2017, continuerà ad applicarsi la disciplina prevista dalla D.G.R. n. 7/20138 del 23/12/2004.