Cerca

Cerca nel sito

Computo

Sei un’azienda o un ente pubblico con lavoratori divenuti invalidi dopo l’assunzione per cause a non imputabili al datore di lavoro? Se la percentuale di invalidità è almeno del 60% per invalidità civile e del 34% per infortunio/malattia professionale puoi considerarli nella parte di quota obbligatoria di assunzioni disabili. Per farlo devi:

  1. Chiedere al lavoratore il verbale di invalidità in copia conforme all’originale;
  2. Compilare on line  la richiesta di computo allegando la documentazione indicata

Poiché il verbale di invalidità è un documento tutelato dalla legge sulla privacy, il lavoratore può rifiutarsi di consegnarlo. In questo caso non potrà essere compreso nella parte di quota riservata a personale disabile.

Se la tua azienda ha da 15 a 35 dipendenti puoi chiedere il computo anche se il
lavoratore ha una percentuale di invalidità superiore al 50% a prescindere dall’orario di lavoro svolto e ottenere il riconoscimento come quota intera anziché come frazione di unità come avviene normalmente.

In ogni caso se per mero errore un lavoratore che appartiene alle categorie protette viene assunto al di fuori delle procedure che regolano il collocamento obbligatorio è possibile sanare la situazione facendo richiesta di computo In questo caso i requisiti per ottenere il computo sono i seguenti: il lavoratore deve avere una riduzione della capacità lavorativa superiore al 60% o, con disabilità intellettiva o psichica, con riduzione superiore al 45%, oppure, in caso di disabilità causata da infortunio/malattia professionale superiore al 33%.

Clicca qui per scaricare le istruzioni operative per richiedere il computo L68/99 in formato PDF.

 

Procedura per la richiesta di computo di lavoratori disabili in somministrazione ai sensi del D.Lgs. n. 81/2015 (art. 34 comma 3).

La richiesta di computo va effettuata dall'azienda utilizzatrice, utilizzando il Portale Sintesi (http://www.cittametropolitana.mi.it/export/sites/default/lavoro/pdf/manuale_operativo_computi_on_line_1.pdf).
La tipologia di computo da chiedere è “altro”;
nelle note va inserita la dicitura “il computo viene chiesto ai sensi dell'art 34 D.Lgs. n. 81/2015;
se il lavoratore per il quale si chiede il computo è già iscritto alle liste del collocamento obbligatorio non è necessario allegare altra documentazione;
se il lavoratore non risulta iscritto, alla richiesta deve essere allegato il verbale di invalidità rilasciato dall'ASL, dal quale deve risultare il possesso dei requisiti di cui all'art. 1 della legge n. 68/99;
una volta inviata la richiesta l'ufficio prenderà in carico la richiesta e darà evasione concedendo/rifiutando il computo.